Musica per matrimoni: cantante solista, duo, trio o dj-set?

Musica per Matrimoni
Musica per Matrimoni

La scelta della musica da matrimonio e della formazione musicale da usare è una sfida per tanti futuri sposi. Una cantante solista può andare bene? Forse è meglio che arrivi accompagnata da dei musicisti? Se sì, quali? Se non hai una risposta a queste domande, non temere: gran parte delle coppie che arrivano da me hanno tante idee confuse per la testa. Il consiglio di una professionista serve anche per offrire un minimo di orientamento a chi conosce poco il mondo della musica. Ecco quindi qualche indicazione su come scegliere la formazione musicale per il tuo matrimonio.

Cantante solista

Come da nome, la cantante solista è colei che canta appunto da sola, senza musicisti o altri cantanti ad accompagnarla. Cosa ottiene chi richiede solo la presenza della sottoscritta Clara Vocalist?

In primo luogo possiedo 2 impianti musicali, ovvero l’insieme delle attrezzature necessarie per portare avanti lo spettacolo. Ciò mi permette di accontentare un gran numero di richieste e, soprattutto, di affrontare qualsiasi imprevisto. Grazie all’esperienza sul campo e alla mia attrezzatura di alta qualità, sono in grado di far fronte a un evento da sola ed offrire un intrattenimento musicale altamente professionale.

Vanto un repertorio molto vasto, che comprende musica jazz, swing, lounge, blues, dance revival e molto altro ancora. Inoltre, su richiesta posso fare anche da DJ e mixare brani ballabili, una soluzione particolarmente gradita nel post-taglio della torta. Allo stesso modo, posso accompagnare gli ospiti in scatenati karaoke, che creino convivialità e complicità.

La cantante solista è una delle soluzioni più gettonate. È versatile, adatta ad eventi formali e informali, più economica rispetto all’accompagnamento con cantante e musicisti.

Duo o trio

La formazione duo o trio prevede la vocalist e l’accompagnamento di uno o due musicisti. Nel mio caso, collaboro con un chitarrista che fa anche da voce maschile, con un pianista e con un saxofonista. Per il momento del rito, sia religioso che civile, metto a disposizione un organista, un violinista e un flautista.

Nel caso del duo, sarà necessario ricorrere a una base musicale, che invece potrebbe non servire per il trio. La base è superflua se scegli un quartetto o un quintetto, che potrebbe essere composto ad esempio da voce femminile, chitarra, tastiera e percussioni.

La scelta di un duo o di un trio comporta un costo un poco più alto, a causa del numero maggiore di professionisti coinvolti. In compenso si ottiene un risultato molto valido, che la rende una delle opzioni più richieste dalle coppie.

Dj-set

La scelta del DJ set ti permette di ottenere un’atmosfera allegra e frizzante, ma comunque sempre di classe. La mia offerta va oltre la disco music e i brani ballabili, ma abbraccia la scaletta dell’intero ricevimento, dall’aperitivo al post-taglio della torta. Con la scelta di questa soluzione, quindi, puoi intrattenere i tuoi ospiti nel corso di tutta la giornata. Durante l’aperitivo e il banchetto propongo brani dal vivo lounge, chillout, jazz o blues, che permettano agli ospiti di chiacchierare tra loro. È solo al momento dell’open bar che do il via alle danze con la musica dance.

Conclusioni

La scelta della formazione musicale giusta dipende da molti fattori. Il primo è il tipo di ricevimento che hai in mente e il genere di musica che vorresti. Il secondo fattore è ovviamente il budget: un numero maggiore di musicisti implica un prezzo più alto. Se desideri mantenerti su cifre più contenute, le opzioni cantante solista o duo ti permettono di avere sia musica dal vivo che DJ set.


Non hai ancora trovato la musica adatta per il giorno del tuo matrimonio?

Contattami subito al numero 347-9798182 per una consulenza gratuita.